La verità vale più di un'identità

Ovunque libri…

I custodi della pergamena proibita è un romanzo le cui vicende ruotano attorno all’apparentemente “incomprensibile” Manoscritto Voynich, il quale viene decrittato tramite la chiave presente in un altro libro:  il De furtivis literarum notis  di Giovan Battista Della Porta… ma tra le righe del romanzo sono presenti molte altre produzioni letterarie quasi a formare una piccola biblioteca. Oltre alla Commedia di Dante e al Canzoniere di Petrarca è possibile, infatti, trovare citate altre opere: ad esempio L’uomo che ride di Victor Hugo o Gli elisir del diavolo di Hoffman. Un altro esempio, questa volta di un’opera in forma saggistica, è: Storia della Germania di Hagen Schulze. Vengono poi citati dei racconti di Edgar Allan Poe, si tratta de Il duplice delitto della Rue Morgue e La lettera rubata. Non mancano i grandi classici di Stevenson come L’isola del Tesoro , Lo strano caso del Dottor Jeckill e del signor Hyde e Kidnapped (il ragazzo rapito). E’ poi presente il profetico Futility, or the wreck of the Titan di Morgan Robertson e The Gadfly di Ethel Lilian Voynich. C’è spazio anche per la poesia con I fiori del male di Charles Baudelaire… Non vogliamo dare ulteriori informazioni sul contesto in cui vengono citate queste opere per non anticipare i contenuti del thriller, ma invitiamo i lettori ad indicarci nei commenti qualche eventuale mancanza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...